L’arte e la solidarietà portata tra le persone, la mostra fotografica del fotografo fiorentino Eros Ceccherini “ Ritrattii di Esistenza” esposta presso le sale del Max Club a Canicatti, un luogo di lavoro e di quotidianetà a testimonianza della volontà di riappropriarci della normalità post Covid-19.
In pieno svolgimento la mostra di venti opere regalate al Rotary Club di Canicatti per essere
sorteggiate, il venti giugno, allo scopo di raccogliere fondi, tramite la vendita di biglietti di beneficenza, destinati alla lotta contro la “poliomelite” dei bambini.

La mostra presso un’attività commerciale è stata fortemente voluta dal presidente del Rotary Club Canicatti Dott. Salvatore Russo, con l’intendo di portare l’arte e la solidarietà direttamente tra le persone e nei luoghi di lavoro e del quotidiano.

L’autore insignito di numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali ha all’attivo numerose mostre di opere realizzate durante i viaggi, durante i quali scandaglia paesaggi e uomini con le sue fotografie ( “Los Sudamericanos, Sguardi dall’India, Auschwitz e Birkenau”, “Birmania”, svoltesi in gallerie di Firenze e della Toscana.

Nell’opuscolo di presentazione della mostra l’Architetto Giuseppe Ingaglio descrive la natura delle opere dell’autore sintetizzando i seguenti concetti:

C’è un vita che si vive e c’è una vita che si scrive.

C’è un’esperienza che si attraversa e che si descrive.

C’è un’esistenza vissuta che può (e deve!) essere narrata!

Gli scatti fotografici di Eros Ceccherini sono appunti di un taccuino visivo, che narra un viaggio nelle regioni dell’esistenza; un unico viaggio! Non sono fotogrammi di diversi viaggi, diverse mete, diversi percorsi, ma un viaggio unico che si imprime non soltanto nella sensibilità della macchina fotografica, ma anche (e soprattutto) nello spirito… travalicando i confini della memoria visiva e oltrepassando le regioni delle emozioni estetiche.

Per queste ragioni Eros Ceccherini si sofferma nei suoi soggetti (donne, bambine, uomini in situazione, paesaggi in-abitati) nella poetica degli sguardi, spesso incorniciati da rughe, talvolta illuminati da sorrisi e sottolineati, di tanto in tanto, da saettanti acuti di note di colore.

E saranno proprio queste citazioni di accordi cromatici che conferiscono alle fotografie di Eros Ceccherini l’accezione di battute di una sinfonia, sommessa, del colore; un colore cercato, riproposto, scattante … verso orizzonti lontani, verso orizzonti profondi, verso orizzonti esistenziali.

Rotary International Club Canicatti

Dott. Salvatore Russo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *